Telefono: 0541 372574  -  Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  -  Preventivi WhatsApp al n 3386101644  Preventivi su WhatsApp: 3386101644

Di seguito un elenco di alcuni percorsi ciclo-turistici per avventurarsi nell'entroterra Riminese

Sfoglia online

Percorso 1: Rimini – San Marino

Itinerario: Rimini > San Paolo > San Marino > Corpolò > Rimini
Lunghezza: Km 59
Difficoltà: Medio
Tempo di percorrenza: 2°30 / 3°

Partendo dal centro storico di Rimini usciamo dalla citta percorrendo la via Covignano che porta altre la Circonvallazione in Via Santa Cristina, e tra il verde si va in salita, con alcune curve a gomito, e su e giù fino allo strappo del Ventoso, piuttosto duro, che è già nel territorio di San Marino. In bicicletta saliamo ancora fino a raggiungere la parte più alta della Repubblica, la cittadella fortificata che culmina nelle tre famose rocche. Nel tragitto di ritorno si prevede di curvare lungo la discesa impegnativa di Acquaviva, che ci conduce a Ponte Verucchio. Di qui si pedala verso Corpolò e poi di nuovo si sale a San Paolo, si scende ai Casetti, e si ritorna finalmente a Rimini dopo aver percorso una sessantina di chilometri.

Le bellezze ambientali sono rappresentate dalle varie colture agricole, in particolare i vigneti, dalle vedute della costa dall'alto e dai panorami su San Marino e sulla Valmarecchia. Le bellezze storico artistiche si concentrano a San Marino, pittoresca e vivace, e lungo tutto il percorso tra i borghi antichi arroccati sui colli della Valmarecchia. Consigliamo in particolare la visita dell'antica Repubblica, lo sguardo che si allarga su tutta la costa, la visione incantevole della Valmarecchia e della riviera Adriatica.

Itinerario sulla mappa: Andata - Ritorno

Percorso 2: Rimini – Pesaro

Itinerario: Miramare di Rimini > Riccione > Gradara > Pesaro > Gabicce Monte > Riccione > Miramare di Rimini

Lunghezza: Km 70 
Difficoltà: Medio - Alta
Tempo di percorrenza: 4° / 4°30'

Un percorso lungo e con difficoltà per via delle sue numerose salite e discese. Questo percorso toccherà splendidi luoghi della Romagna e della Marche come Gradara, Pesaro e Gabicce Monte. Panorami e luoghi storici giustificano ampiamente il titolo del percorso: davvero Una Pedalata Panoramica ed Emozionante

Partiamo dal lungomare di Miramare di Rimini. Costeggiando il mare andiamo verso Riccione e di seguito Cattolica, prendiamo la strada leggermente ripida che sale al poggio di Gradara. Qui visiteremo il magnifico borgo medievale e la magnifica Rocca Malatestiana, conosciuta per essere stata il teatro della commovente tragedia amorosa di Paolo e Francesca, raccontata da Dante Alighieri nella sua Divina Commedia.

Possiamo continuare verso Pesaro, città antica con un bel centro storico. Indispensabile sostare nella vasta Piazza del Popolo con il Palazzo Ducale del XV sec, e girare attorno alla possente Rocca Costanza (1487).

Visitato il centro storico siamo pronti per fare in gran salita la Via Panoramica che sale a Gabicce Monte. Una breve deviazione per vedere l’affascinante parco con la Villa Imperiale (1400-1500), e dopo la deliziosa Fiorenzuola di Focara in alto. Davvero magnifico il panorama sul mare, sulla Riviera, sui colli... Ristoro per il corpo e la mente dalle fatiche e dallo stress della vita di tutti i giorni. La nostra avventura si conclude con la discesa su Cattolica, da percorrere con una certa attenzione. Facciamo rientro a Rimini dopo aver percorso Riccione dopo una pedalata impegnativa ma ricca di emozioni.

Itinerario sulla mappa: Andata - Ritorno

Percorso 3: Rimini – Montefiore

Itinerario: Miramare di Rimini > Montegiardino > Monte Altavelio > Montefiore Conca > Riccione > Miramare di Rimini
Lunghezza: Km 50 
Difficoltà: Alta
Tempo di percorrenza: 3°30 / 4°

Ci sono alcuni percorsi che si consigliano ai ciclisti ben preparati e questo è uno di quelli. La lunghezza del tracciato non è proibitiva, ma le salite sono numerose, le discese impegnative. C'è anche da dire però che le zone attraversate si fanno ammirare per gli scorci suggestivi e le ampie visioni panoramiche, di grande valore ambientale.

Da Miramare di Rimini raggiungiamo Riccione e risalire l'entroterra, verso Ospedaletto, per puntare, correndo di fianco al fiume Marano, al territorio di San Marino. Abbiamo percorso una ventina di km quando prendiamo il bivio per Faetano per andare a Montegiardino e Montelicciano.

Queste sono belle salite e ci vuole forza sui pedali. Meno male che si scende per Mercatino Conca. Sarà il caso di rompere il ritmo e riposare? Animo, che si torna a salire per Monte Altavelio. Ancora bei panorami, ancora spinte ben decise sui pedali. Su e giù per i colli, e via per San Giovanni, e avanti ancora per reggiungere Tavoleto. Gli sforzi non sono ancora finiti, occorre scollinare ancora per giungere a Montefiore Conca, che si staglia nettamente con la mole poderosa della sua rocca. Attenzione all'ultima discesa su Morciano, ma adesso si va in pianura, e si torna a Riccione percorrendo la via Tavoleto. Bisogna essere preparati per percorrere questo itinerario, molti appassionati ciclisti della zona aggiungono alcune varianti durissime. Incontentabili!

Percorso 4: Rimini – Verucchio

Itinerario: Miramare di Rimini > Santarcangelo > Torriana > Verucchio > Miramare di Rimini

Lunghezza: Km 70 
Difficoltà: Medio Bassa
Tempo di percorrenza: 3°30 / 4°

Il percorso 4 ha una difficoltà medio bassa ma non per questo privo di alcune belle salite. Notevoli i panorami che potremo ammirare dall'alto dei due Gran Premi della Montagna di Torriana e Verucchio.

Da Rimini andiamo in pianura verso Santarcangelo, paese del riminese assai pittoresco e ricco di cultura. La cittadina si arrampica con le sue contrade sul Colle di Giove. Molto affascinante il borgo antico con la Rocca Malatestiana e la Chiesa dei Cappuccini che spiccano fra le antiche mura.

Dopo Santarcangelo si procede per Poggio Berni, con il bel palazzo Marcosanti in posizione panoramica. Siamo pronti per affrontare la dura salita di Torriana, che presenta anche strappi notevoli intorno al 20% di pendenza. Attenzione nella successiva discesa sul fiume Marecchia fino a Ponte Verucchio. Nel greto del fiume, su uno sperone di roccia, possiamo ammirare il bellissimo panorama del Santuario della Madonna di Saiano.

Da Ponte Verucchio prepariamoci di nuovo alla fatica, perché ci aspettano vari ripidi tornanti fino alla cittadella fortificata di Verucchio. Arrivati in alto potremo tirare il fiato visitando la Rocca Malatestiana, la chiesa Collegiata, il ricco Museo Archeologico e i graziosi scenari del borgo medievale. Conclusa la visita seguire con attenzione il percorso di ritorno che ci consentirà di passare per Corpolò attraverso la Via Marecchiese, Cerasolo per poi raggiungere la Via Santa Cristina che ci accompagnerà per un lungo tratto fino a Rimini. Tra paesaggi e castelli, tra salite e discese, avremo concluso una giornata d'avventura e benessere.